Tre omicidi a carnevale - Romanzo thriller di Pino Perriello

Un nuovo percorso editoriale

Con questo romanzo thriller inizia la mia nuova avventura editoriale nella narrativa.

Una trattativa tra Stato e mafia. Un matrimonio in crisi. Un finale sorprendente.

Che cosa accadrebbe se un carabiniere affetto da attacchi di panico tenesse nascosto il suo disturbo e partecipasse a pericolose operazioni antimafia? E perché un carabiniere dovrebbe nascondere un disturbo così viscerale?
Forse perché quando il coraggio è uno strumento essenziale al tuo lavoro e tu, invece, soffri di paure incontrollate, non vuoi far sapere a nessuno che stai mettendo a rischio te stesso, i tuoi colleghi e tutte le preziosissime attività investigative alle quali partecipi?
Ma il brigadiere Loris Petri vuole assolutamente guarire. E vuole salvare il suo lavoro, vuole salvare il suo matrimonio con Nunzia e vuole scoprire, una volta per tutte, la verità sulla sua integrità morale.
E mentre inesauribili temporali tormentano la capitale, disturbano i festeggiamenti del carnevale e ingrossano il Tevere in piena, Loris Petri inizierà un’intricata indagine personale durante la quale potrà contare su di un potente sistema informatico in grado di penetrare in qualsiasi computer del pianeta.
Ma ancora non sa che due uomini stanno già pianificando la sua morte al tavolo di un ristorante; ancora non sa che un’assassina travestita da badante filippina sta già bussando alla sua porta.
E non sa nemmeno che un avvocato palermitano si è già intrufolato in un gran galà in maschera, alla ricerca di un alleato che lo aiuti a concludere la trattativa tra lo Stato e la mafia.

La storia contiene scene destinate a un pubblico adulto e consapevole